2 COLPI !

Che poi può suonare come una volgarità... In che senso..? beh il titolo: suona un po' come "retaggio maschilista"... espressione da Bar! Vabbè ma siamo in periodo di calciomercato... non può suonare come titolo da quotidiano sportivo? ...

E quali sarebbero questi 2 Colpi? I prossimi due appuntamenti de Cantellone 19 e venti: Marta Zoboli e Leonardo Manera.

Non male: due "nomi"!

Non solo: anche due "spettacoli" e non solo...

Mi spiego: partiamo da Marta Zoboli, la sua al Cantelli è una ANTEPRIMA NAZIONALE! Cioè?

Cioè lei viene al Cantelli a preparare e debuttare col suo nuovo spettacolo/monologo in cui recita da sola (se è un monologo non sarebbe necessario precisare ma tant'è... e nemmeno nuovo sarebbe da scrivere perché prima c'è scritto debuttare e se debutti è sempre con qualcosa di nuovo... ma ri-tant'è).

Il suo debutto lusinga i "Cantellati" (che poi sono gli spettatori del Cantelli), li eleva: essì, perché quando scegli un Teatro per un debutto è segno che il pubblico di quel Teatro è attento, disponibile, critico quanto basta, lucido ed intelligente.

Se non non ci debutti in quel Teatro lì... Chiaro?!

Quindi questo post per invitarvi a non perderlo...

Aggiungo quello che Marta scrive del suo debutto Vignolese:

“I miei sintomi si manifestano con un’attrazione verso tutto ciò che è rotto, imperfetto, difettoso, screpolato. Mi interessano le forme imprecise, gli sbagli nei lavori creativi, i vicoli ciechi. Ciò che avrebbe dovuto svilupparsi ma per qualche motivo è rimasto incompiuto, oppure al contrario si è sviluppato troppo. […]

La mia sensibilità è teratologica, filomostruosa. Ho l’incessante e faticosa convinzione che proprio qui la vera esistenza si rompa in superficie e riveli la propria natura. All’improvviso, una rivelazione casuale un timido ‘ops’, l’orlo della biancheria intima sotto una gonna plissettata alla perfezione.”

I Vagabondi di Olga Tokarczuk - premio nobel alla letteratura- simply the best 

Simply the Best è uno spettacolo che non sai mai quando inizia davvero né quando finisce , come le feste. 

Simply the Best è uno spettacolo sul compleanno, sui 40 anni, che poi per altri possono essere 30 o 72 o 19, è uno spettacolo sul compleanno + 1 ossia sul giorno dopo.

Simply the Best è la vocina nella tua testa che ti dice con la stessa convinzione che sei una nullità o che sei the best, a volte contemporaneamente,

è uno spettacolo sulla difficoltà di stare in mezzo, sull’inadeguatezza, sul giudizio, sulla confusione. 

Simply the Best è consigliato ad un pubblico adulto essendo uno spettacolo ad alto contenuto erotico che difficilmente erotizzerà,

è uno spettacolo in cui c’è una femmina che cerca di essere femmina a suo modo, cerca. 

È uno spettacolo su chi sogni di essere e non sei e su chi sei grazie ai sogni. 

Simply the Best seppur simply the best non sa trovare soluzioni.

Se qualcuno capisce Simply the Best è simply the best e quindi alla fine lo deve spiegare a tutti.

Non è simply essere simply the best 

(Simply the Best  è scritto da Marta Zoboli con il prezioso aiuto di Sandra Bonzi e Marta dalla Via, ovviamente è interpretato da Marta Zoboli, si avvale della regia di Marta dalla Via e delle coreografie di  Giorgia Maretta con i costumi di Anna Raheli).

Poi?

Poi arriva Leonardo Manera che doveva debuttare anche lui, ma dice che il testo nuovo non è pronto ed allora decide di venire lo stesso a fare un recital, che significa che ripercorre la sua carriera con il pubblico del Cantelli come si fa con i vecchi amici... Figo no?

Cioè: IMPERDIBILE!!!

Insomma UN COLPO, che con Marta Zoboli fanno 2!

Altro che volgarità!!!


0 visualizzazioni

© andrej